Artisti

LE COMPAGNIE E GLI ARTISTI OSPITI DELLA XV EDIZIONE DI SEGNI NEW GENERATIONS FESTIVAL



COMPAGNIE

BALLE ROUGE (Francia)

La compagnia Balle Rouge afferma una forte identità: crea spettacoli musicali visivi e senza parole. Dalla sua creazione, la compagnia ha presentato più di mille spettacoli in più di quindici paesi in tre continenti. Nel 2003 nasce il primo spettacolo della compagnia, "La Balle Rouge", “la palla rossa”, composto da tre artisti: Franck Jublot, Jacques Trupin e Denis Garénaux. Viene presentato nel 2005 al Theatre Dunois (Stage Convention Young Public, Parigi) e l'anno successivo ad Avignone presso la Maison du théâtre pour enfants. 
Nel 2009, ad Avignone, "La Balle Rouge" si esibisce con un quintetto d'archi in Francia e all'estero in sedi prestigiose come la Filarmonica di Lussemburgo, la Filarmonica di Rotterdam, il Cirque-Théâtre Elbeuf. 
Nel 2013 la compagnia intraprende un nuovo progetto, "L’enfant roi", presentato ad Avignone all'Espace Alya. Come lo spettacolo "La Balle rouge", "L’enfant roi" viene proposto in due versioni diverse: con un quartetto d'archi o con un duo. Viene presentato, tra l'altro, alla Filarmonica di Lussemburgo, al Teatro Beaune, Una Volta Bastia... 
Nel 2016 lo spettacolo La Balle rouge è selezionato per girare con la JMF e la Jeunesses Musicales International, lo spettacolo riceve a Porto il premio come migliore piccola compagnia e anche quello della migliore produzione 2017 tra 30 lavori internazionali. Nel 2018 Lo spettacolo La Balle rouge è selezionato anche dalla Filarmonica di Vienna in Austria, al FIB al Festival Internazionale di Bergen in Norvegia, in Turchia al World Puppet Festival di Smirne e per una tournée di tre settimane in svedese. 
Nel 2019 lo spettacolo arriva in Lituania, Finlandia, Russia, Norvegia e Corea al festival di Suwon, a sud di Seoul.
www.ballerouge.com

BATIDA (Danimarca)
Un insieme vivace e colorato di attori musicali.
Fin dall'inizio la Batida Theatre Company ha mantenuto il principio di integrare la musica dal vivo e il movimento nei suoi spettacoli su un piano di parità con il testo e il design. Tutta la musica viene eseguita dal vivo, è visibile, e spesso messa in scena e usata più o meno allo stesso modo della coreografia nella danza: come forma di espressione a sé stante. Batida ha sviluppato uno stile unico nel suo genere, che interagisce con il teatro, e nel tempo ha creato una vasta gamma di spettacoli, rivolti a tutte le fasce d'età - adulti compresi. Gli spettacoli sono rappresentati nel teatro di Batida - un edificio di fabbrica riconvertito a Copenaghen - così come in tour in Danimarca o in qualsiasi parte del mondo dove possano trovare un pubblico. Batida ha girato in 46 paesi diversi.
www.batida.dk

CIE HISTOIRE DE (Francia)
La compagnia teatrale "Cie Histoire De" è stata creata nel 2011 da Sabrina Lambert e Fanny Farel per un progetto artistico dedicato alle famiglie, “La Balle Perdue”.
Un teatro multidisciplinare: il gruppo teatrale tende ad adattare il proprio spettacolo alle giovani generazioni attraverso forme multidisciplinari, mescolando la danza, il canto e il teatro d’oggetti e d’ombre. Poiché il gusto è costituito da diversi sapori, la sua ispirazione proviene da molte lingue. Infatti, le loro discipline si fondono in qualcosa per creare il loro modo di comunicare. Ci sono il corpo, la voce, i materiali, l'estetica, il simbolismo. La costruzione plastica è il fulcro di questo particolare lavoro. Queste partiture vengono inventate attraverso la musica, le canzoni, le immagini, ma anche all'interno del loro carico di lavoro emotivo. Perché il Teatro è un luogo di speranza e di utopia, in questo modo la comunicazione verso il pubblico non perde mai il senso di leggerezza, il desiderio di comunicare con umorismo, amore, senza pretese e con generosità.
Sabrina Lambert viene dal teatro che pratica da 16 anni (Théâtre du Contretemps, Vélo Théâtre, Collectif Sayzel, ...). Si interessa anche di danza fin dalla sua prima infanzia (stage con Sharon Fridman, André Sitter). Nel 2013, incontra il canto, cui si affeziona e che decide di approfondire (Les Castafiores Bazooka, Opéra comique, ...). Poiché la creazione è movimento e non ha limiti per il suo ultimo progetto, "Le chant des Baleines" (il canto delle balene), ha scoperto la creazione plastica per la scenografia e il teatro d'ombre.
www.ciehistoirede.com

DE DANSERS (Peasi Bassi)
De Dansers è una compagnia di Utrecht (NL) che crea "concerti di danza": incontri di danza acrobatica moderna e musica dal vivo. Le loro performance celebrano la giovinezza, sia nei bambini che negli adulti. La compagnia, con i suoi danzatori e musicisti, coinvolge il pubblico usando energia fisica, umorismo, sincerità e vicinanza intesa come solidarietà. De Dansers sono esperti nell'avvicinare il pubblico alla danza e crea spettacoli per bambini/famiglie e per (giovani) adulti che sono soliti credere - ingiustamente - che la danza non sia più adatta loro. Con oltre 130 spettacoli all'anno, la compagnia raggiunge molti spettatori, sia nella città di Utrecht, che a livello nazionale e internazionale, nei teatri, nelle scuole e nei festival.
www.dedansers.com

DELLEALI TEATRO
Compagnia di produzione dal 1996, delleAli Teatro è Residenza Teatrale diffusa del vimercatese (MB) dal 2008. delleAli ha saputo tessere relazioni forti con le amministrazioni pubbliche, le realtà associative, le scuole e i singoli cittadini in un processo di coprogettazione culturale di tipo sartoriale. Oltre a produzioni di teatro di ricerca e per l’infanzia, svolge attività di insegnamento, di promozione alla lettura, progetti di teatro sociale e di comunità, programma rassegne di teatro e festival. Ha sede dal 2017 nell’ex Filanda di Sulbiate (MB) recuperata come bene pubblico e gestita da soggetti provenienti da diversi settori (making, lavoro, sociale, arte) che promuovono l’incontro e la contaminazione tra linguaggi diversi.
delleAli è socia di ETRE network di residenze teatrali, C.Re.S.Co coordinamento della scena contemporanea italiana, Assitej-Italia network di teatro per l’infanzia e IETM network internazionale per le arti performative contemporanee.
www.delleali.it

DRAMMATICO VEGETALE (Italia)
La storica compagnia di teatro ragazzi - fondata da Pietro Fenati con Elvira Mascanzoni ed Ezio Antonelli e l’organizzazione di William Rossano e Sara Maioli - da più di 45 anni produce opere teatrali ed  installazioni interattive attraverso un singolare intreccio di linguaggi artistici. Spettacoli di teatro di figura, mostre multisensoriali interattive per un incontro fra arte e prima infanzia, sono opere tra le più interessanti del panorama europeo in cui centrale è il fattore esperienziale dei piccoli spettatori - fruitori. L´uso e l´affinamento dei sensi, la parola narrata ed evocativa, il divertimento a scopo pedagogico fanno di ogni produzione una materia viva e necessaria con cui ci si deve confrontare. La Compagnia ricopre la direzione e l'organizzazione di numerose rassegne e festival teatrali rivolti all´infanzia. Da segnalare, perché in sintonia con Small Size, il progetto Artebebè, a carattere provinciale di teatro, arte, cultura per la prima infanzia che coniuga qualità artistica e valore educativo, sociale e ricreativo. Artebebè nasce nel 2009 con l'obiettivo di creare nuove forme di socializzazione per i bambini più piccoli e le loro famiglie, attraverso l'incontro con i linguaggi del teatro, della musica, delle arti plastiche e figurative. Il progetto è da subito rientrato a tutti gli effetti a far parte del piano provinciale per la promozione delle politiche di tutela e accoglienza dell'infanzia e dell´adolescenza e dunque a sostegno alla genitorialità. Dal 1991 Drammatico Vegetale fa parte di Ravenna Teatro, Centro di Produzione Teatrale.
www.drammaticovegetale.com 

EXVUOTO TEATRO (Italia)
exvUoto teatro nasce nel 2012 dall’incontro di Andrea Dellai e Tommaso Franchin e dal loro desiderio di narrare storie. A loro si unisce sin da subito Antonia Bertagnon che porta con sé la forte esperienza di costruzione di una relazione privilegiata con lo spettatore maturata in seno al Teatro del Lemming di cui è stata anima e fondatrice.
exvUoto teatro costruisce relazioni.
exvUoto teatro costruisce relazioni attraverso le storie che racconta.
Cerchiamo e troviamo storie ovunque e siamo convinti che grazie a queste si possa ritessere il tessuto della società in cui viviamo.
Creiamo spettacoli come se fossero fiabe contemporanee, per guardare il nostro mondo da un po’ più lontano o da un altro punto di vista.
Ci piace immergerci nella contemporaneità e poi saltarne fuori, come i delfini dall’acqua del mare: che sanno giocare e predare.
Mescoliamo linguaggio poetico e mitologia popolare.
Parliamo con i giovanissimi e alle generazioni prima della nostra.
Respiriamo al tempo del gioco.
Inseguiamo la leggerezza.
Per noi il teatro è una chiave di lettura per il reale: spesso e volentieri usciamo dal teatro e raccontiamo i luoghi e le città con lo sguardo di chi li vede per la prima volta.
Incontriamo le persone, cerchiamo e creiamo relazioni con gli abitanti di un quartiere, di un paese di una città, di una fabbrica, con l’ambizione di ricostruire, insieme a loro, il tessuto sociale della loro comunità.
www.exvuototeatro.it

FABER TEATER (Italia)
Faber come fabbro, artigiano, il nostro vuole essere un teatro di artigianato, una bottega d’artista dove imparare, studiare, gioire, cercare, stare. Mettiamo al centro il lavoro d’attore, il teatro di gruppo, la creazione collettiva, coltiviamo la relazione attore-spettatore e siamo alla continua e appassionante ricerca di un “nostro teatro” fatto di pensiero, azione, idee, spettacoli, scambi, qualità, impegno. Crediamo nel momento spettacolare come intenso scambio di percezioni, emozioni, energie, “storie” con gli spettatori, nei luoghi, spesso non convenzionali, che ci ospitano.
Faber Teater è nato nel 1997 grazie all’intuizione e alla visione di Aldo Pasquero (per anni anche direttore artistico del gruppo con la preziosa collaborazione di Giuseppe Morrone).
Crediamo nell'auto-pedagogia e nella ricerca collettiva ed individuale di un allenamento, di una preparazione alla scena che passa attraverso diverse tradizioni provenienti da mondi vicini e lontani: dallo yoga alla danza, dell'acrobatica all’uso dei trampoli, dal canto alla narrazione, allo studio di strumenti musicali. Dal 2004 abbiamo scelto di approfondire la ricerca vocale, musicale e pedagogica con Antonella Talamonti, compositrice, formatrice, insegnante e vocalista, per vent’anni collaboratrice della Scuola Popolare di Musica di Testaccio di Roma.
Nel corso degli anni ci siamo confrontati e abbiamo collaborato con molti uomini e donne di teatro, che stimiamo, da cui molto abbiamo imparato e con cui abbiamo condiviso e condividiamo parte del nostro percorso pedagogico e artistico tra cui Mario Barzaghi, Claudia Contin e Ferruccio Merisi, Andrea Brugnera, Rocco De Paolis, Mario Chiapuzzo, Luciano Nattino, Gianni Bissaca, Paolo Nani.
Abbiamo creato e portiamo in tournée nel mondo tanti spettacoli, in festival prestigiosi nelle grandi capitali e nei villaggi più remoti, in teatri storici e piccole piazze, per pochissimi o centinaia di spettatori.
www.faberteater.com

FACTORY COMPAGNIA TRANSADRIATICA (Italia)
Factory svolge attività di produzione di spettacoli, realizzazione di rassegne, progetti internazionali e di teatro all’interno del carcere di Lecce.
Nel 2011, 2012 e 2015 produce la trilogia shakespeariana con SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE, ROMEO E GIULIETTA e LA BISBETICA DOMATA.
Gli spettacoli hanno fatto lunghe tournée in Italia e all'estero, come CENERENTOLA spettacolo di teatrodanza “tout public” col quale la compagnia è ospite al Fringe Festival di Edimburgo e in altri Paesi.
Del 2016 è DIARIO DI UN BRUTTO ANATROCCOLO, il secondo spettacolo co-prodotto con TIR danza, che ancora una volta coniuga il teatro e la danza. 
Nel 2019 debuttano due nuovi lavori: MATTIA E IL NONNO, vincitore del premio EOLO AWARDS 2020, di Roberto Piumini con Ippolito Chiarello e CORRI, DAFNE! di e con Ilaria Carlucci.
www.compagniafactory.com

FCE-RECORDS (Italia)
L’associazione nasce per favorire la diffusione della cultura giovanile, con particolare riguardo a tutte le forme artistiche della musica italiana e straniera. Organizza convegni, mostre, proiezioni di video e film, concerti, spettacoli teatrali e intrattenimenti musicali. Inoltre, fra le diverse attività, si occupa della pubblicazione di riviste per i soci, bollettini, atti di convegni, materiali audio e video. 
www.frammentidiuncuoreesploso.wordpress.com

FONDAZIONE GIORGIO GABER (Italia)
La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo l’attività svolta dall’omonima Associazione Culturale costituitasi all’indomani della scomparsa dell’artista.
Scopo principale della Fondazione è la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell’opera dell’artista attraverso pubblicazioni editoriali, video, discografiche, attività didattica, mostre, festival, rassegne, convegni, incontri e spettacoli teatrali.
www.giorgiogaber.it

FONDAZIONE TEATRO RAGAZZI E GIOVANI ONLUS (Italia)
La FONDAZIONE TEATRO RAGAZZI E GIOVANI ONLUS, presieduta da Alberto Vanelli e diretta da Graziano Melano, è riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ed è sostenuta da Regione Piemonte, Città di Torino, Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT. COLLABORA CON LE ISTITUZIONI ITALIANE ED ESTERE e con gli enti territoriali, operando coproduzioni, progetti e iniziative di ospitalità con analoghe strutture e istituzioni nazionali ed estere, con particolare attenzione ai Paesi europei. PRODUCE E DISTRIBUISCE SPETTACOLI in Italia e all’estero, per i quali ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. 
Dal 2006 gestisce la CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI, dove programma una ricca stagione di spettacoli per le scuole, per le famiglie e da quest'anno anche per un pubblico più ampio, accogliendo ogni anno oltre 30.000 spettatori. Un teatro polivalente che ospita due sale teatrali, un’ampia arena esterna, aule per laboratori, sala prova, un’accogliente caffetteria e gli spazi dove hanno sede gli uffici della Fondazione TRG Onlus e quelli di altre compagnie. La Fondazione TRG Onlus è inoltre, insieme alla Fondazione Piemonte dal Vivo, il referente amministrativo e organizzativo di una rete regionale denominata PROGETTO TEATRO RAGAZZI E GIOVANI PIEMONTE, che organizza rassegne di teatro per le scuole e per le famiglie in quasi 50 comuni della Regione Piemonte, per un totale di quasi 300 repliche e di circa 50.000 spettatori ogni anno. Organizza una corposa attività di FORMAZIONE offrendo a bambini, ragazzi, giovani e adulti la possibilità di divenire protagonisti della scena.
www.fondazionetrg.it

HANAFUBUKI (Belgio)
Hanafubuki: compagnia di Anversa formatasi nel 2011 che lavora con artisti esperti in diverse discipline. Queste collaborazioni dettano la forma e il contenuto dei lavori creati dalla compagnia, le loro opere pertanto sono molto varie e con un'attenzione particolare al carattere visivo. 
www.hanafubuki.be

KOMPANITO (Norvegia)
KompaniTO è una compagnia di circo e danza norvegese. E’ stata fondata nel 2014 da Tamar Ohana Goksøyr and Mari Dahl Stoknes. Nell’incrocio fra circo, danza, teatro fisico, musica e testo lavoriamo insieme per creare un palco che sia aperto, competitivo e accogliente. 
Oltre a creare e rappresentare al meglio i nostri spettacoli, KompaniTO collabora con artisti e compagnie di spicco. KompaniTO cura anche l’organizzazione del festival di circo e arti performative MERGE NORGE - Scenekunstfestival for nysirkus. La prossima edizione del festival sarà ad Oslo nel 2021.
www.kompanito.com

LA BARACCA – TESTONI RAGAZZI (Italia)
Nata nel 1976, La Baracca opera da più di 40 anni nel Teatro Ragazzi. Ogni anno produce e programma una stagione dedicata alle famiglie e alle scuole al Teatro Testoni di Bologna. Gli spettacoli prodotti dalla compagnia sono rivolti esclusivamente a bambini e ragazzi: dai piccoli dei nidi d’infanzia fino agli adolescenti delle scuole superiori. Le produzioni sono incentrate sul teatro d’attore e su una drammaturgia originale. A oggi la compagnia ha prodotto più di 245 titoli per bambini e ragazzi di tutte le età e per un totale di più di 12.900 repliche.
www.testoniragazzi.it

LA LUNA NEL LETTO/TRA IL DIRE E IL FARE (Italia)
La Compagnia Teatrale "La Luna nel letto" gira in Italia e all'estero con i suoi spettacoli di Teatro Ragazzi. L’ultimo lavoro "Il vecchio e il mare" con la regia di Michelangelo Campanale ha ricevuto il premio Eolo Awards 2011 come migliore spettacolo italiano di teatro per ragazzi e giovani. La compagnia nasce nel 2002 dall’Associazione culturale “Tra il Dire e il Fare”con la quale continua a collaborare. L'Associazione Culturale "Tra il dire e il fare” è nata venti anni fa a Ruvo di Puglia. Le sue attività sono rivolte alla promozione e alla diffusione della cultura, intesa come "luogo privilegiato" di ricerca, dialogo e sperimentazione del gioco, delle arti figurative, della musica, della danza e del teatro in tutte le sue forme. Attualmente gestisce il Teatro Comunale di Ruvo di Puglia, inserito nel progetto TEATRI ABITATI 2010/2012 – una rete del contemporaneo.
www.lunanelletto.it

SÉVERINE COULON / LES BAS-BLUES (Francia)
Séverine Coulon è artista associata al Théâtre à la Coque nel Morbihan e al Grand Bleu (scène conventionnée jeune public) a Lille. Amante della scena da sempre, è interprete, regista e autrice e da molti anni interviene come consulente esterna alla regia al Théâtre à la Coque(centro convenzionato di creazione “lieu compagnonnage-marionette”). Ha collaborato a numerose creazioni sia nell'universo della marionetta (Drolatic Industry, La Général Electric, L'Arc Electrique, Les Voyageurs Immobiles, Les Yeux Creux, Appartement B, Anima Théâtre, Les Maladroits, Tro-Héol, Bouffou-Théâtre) che in quello della danza (Cie Eskem, Cie Ouragane) e della musica (Cie Cahpa). È stata vista sul palco in numerosi spettacoli e in particolare in La mer en pointilles (S. Boulier) che ha ottenuto il Molière dello spettacolo per il giovane pubblico nel 2007. Nel 2019, approfitta del grande successo della sua prima produzione Filles et Soie (creazione 2016, più di 300 repliche ad oggi) per dare vita a una propria compagnia: Compagnie Les Bas-bleus.
“La Vie Animée de Nina W.” è la sua nuova creazione ( Ottobre 2020).
www.compagnielesbasbleus.com

SIMONE DE JONG / HET HOOFD (Paesi Bassi)
Provenendo da teatro in musica e mimo moderno gli spettacoli di Simone de Jong sono sempre legati al suono e all’immaginazione e si rivolgono ai cinque sensi in modi segreti tutti da scoprire. "Hermit" sta viaggiando per il mondo in un tour internazionale mentre la nuova produzione "TimTim" è in impegnato in una tournée europea. Simone de Jong è regista, direttore artistico e autrice del libro per bambini "Het geheim van meneer Hartjes" che è stato pubblicato nel 2016.
www.hethoofd.nl

TEATRO ALL'IMPROVVISO  (Italia)
Il Teatro all’improvviso nasce nel 1978. Muove i primi passi nel teatro popolare e nella commedia dell’arte; poi la curiosità e la necessità di affrontare nuove forme d’arte, hanno mutato e trasformato il Teatro all’improvviso fino alla sua forma attuale, in cui l’immagine, la poesia e il gesto, sono gli elementi portanti della ricerca. Lavorare per l’infanzia è sempre stata una priorità! 
Il Teatro all’improvviso ha esclusivamente prodotto spettacoli destinati ai bambini dai 3 ai 10 anni, cercando soprattutto di stimolare il pensiero e le emozioni; il gioco e l’astrazione. Contro un teatro pedagogico e didattico, per un teatro che affronti qualsiasi forma d’arte, senza necessariamente istruire o formare, ma piuttosto spiazzare, coinvolgere e provocare. 
www.teatroallimprovviso.it

TEATRO AL QUADRATO
L’Associazione teatro al quadrato aps è nata nel 2009 come spazio di formazione, ricerca e produzione rivolta in particolare al teatro per l’infanzia e la gioventù.
L’associazione si occupa di produzione di spettacoli, programmazione di festival, eventi e rassegne e formazione attraverso lo sviluppo di moduli laboratoriali in teatri, biblioteche e scuole.
www.teatroalquadrato.it

TEATRO DELLA TOSSE | COMPAGNIA MERAKI | SIMONA GAMBARO (ITALIA)
TEATRO DELLA TOSSE

Con le sue tre sale e un foyer sempre animato da incontri, letture e iniziative diverse, il Teatro della Tosse non è solo una casa per la compagnia della Tosse - che crea anche eventi fuori dal palcoscenico e porta in tournée i suoi spettacoli - ma un crocevia per artisti e compagnie da ogni parte del mondo, in cui offrire al pubblico un luogo di incontro ricco di novità e stimoli culturali.
Fondato nel 1975 da personalità del teatro e della cultura tra cui Aldo Trionfo, Rita Cirio, Giannino Galloni, la Tosse ha avuto come ideatori il regista Tonino Conte e lo scenografo Emanuele Luzzati che ne sono stati direttori artistici fino al 2006-07.
Teatro Stabile Privato dal 1995, nel 1996 il Teatro della Tosse riceve il premio speciale UBU per l'attività di ricerca.
Nel 2005 il Teatro diventa "Fondazione Luzzati Teatro della Tosse". Oltre al cambio di statuto, il grande elemento di novità - dopo la scomparsa nel 2006 di Emanuele Luzzati - è rappresentato dalla scelta di una direzione artistica condivisa su base triennale.
Nel 2007 Massimiliano Civica dà vita al progetto triennale Facciamo insieme teatro, rifacendosi, nel titolo, al libro firmato Conte e Luzzati (Einaudi, 1977) che aveva simbolicamente dato il via all'avventura della Tosse. Dalla stagione 2010-11 Emanuele Conte è il direttore artistico del Teatro della Tosse con la consulenza del regista Fabrizio Arcuri: insieme firmano il progetto triennale Appunti sul futuro. Dalla stagione 2012-13 il teatro vara per la prima volta nella sua storia una doppia stagione lunga otto mesi, con venti titoli divisi tra "In trionfo" e "Cantiere Campana" (dai nomi delle sale in cui hanno luogo) che danno maggiore consistenza al progetto, anticipato dalla creazione de La Claque in Agorà (la terza sala del complesso di Sant'Agostino), di diversificare e determinare sempre di più le molteplici anime che compongono la Tosse.
Dal gennaio 2015 direttore artistico è Amedeo Romeo.
Nel marzo 2015 la Fondazione Luzzati - Teatro della Tosse è riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali "Teatro di Rilevante Interesse Culturale" (TRIC), unica realtà ligure insieme al Teatro Stabile di Genova.
www.teatrodellatosse.it
SIMONA GAMBARO 
La formazione accademica letteraria, lo studio pedagogico, l'apprendistato teatrale con maestri della ricerca italiana, delineano quelle che saranno per Simona Gambaro le linee guida della sua indagine sull'arte. Laddove studio, scrittura, drammaturgia e agire teatrale (dalla scena classica ai luoghi marginali in cui il teatro può miracolosamente accadere, ad uso e portata di tutti) si mescolano dentro un'unica tensione filosofica: la ricerca di una pratica del vivere, di uno sguardo, di un'arte in costante dialogo con la vita, in ascolto del presente. Un'arte di trasformazione.
Trova identità attualmente in MerakiTEatro concepito come luogo di incontri, scambi e contaminazioni, contenitore di idee, incubatore di progetti che dal teatro si aprano alle arti performative e alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici. Non essendo strutturato in forma giuridica, vive grazie a collaborazioni, produzioni, sostegno organizzativo, amministrativo e finanziario dei teatri e delle strutture che accolgono i suoi singoli progetti.
Per "IDA" Simona Gambaro incontra la fiducia e il prezioso sostegno di Fondazione Luzzati - TEATRO DELLA TOSSE che produce lo spettacolo.

TEATRO GIOCO VITA (Italia)
Teatro Gioco Vita (direzione artistica Diego Maj) nasce nel 1971 dall’esperienza dell’animazione teatrale e con il suo modo peculiare di fare e di vivere il teatro dà un contributo originale alla nascita del teatro ragazzi. Teatro Gioco Vita incontra il teatro d’ombre alla fine degli anni Settanta. Dal suo operare con coerenza e coscienza professionale, e anche grazie al contributo di collaboratori esterni, ha maturato un’esperienza unica nel suo genere che gli è valsa riconoscimenti e prestigiose collaborazioni in ogni parte del mondo. La Compagnia d’ombre, con Fabrizio Montecchi e Nicoletta Garioni responsabili artistici, è impegnata oltre che nella produzione di spettacoli in attività di laboratorio con le scuole e i giovani e nella formazione professionale. 
Teatro Gioco Vita affianca l’attività sul territorio (direzione artistica e organizzativa della Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza, rassegne teatrali, festival e altri eventi culturali, ospitalità, laboratori, formazione) ad una dimensione sempre più internazionale che ha portato i suoi spettacoli di teatro d’ombre ad essere rappresentati, oltre che in Europa, negli Stati Uniti, in Brasile, Messico, Canada, Giappone, Cina, Israele, Taiwan e Turchia. 
www.teatrogiocovita.it


ARTISTI

ALLARI GIANFRANCO
Nasce a Pegognaga nel febbraio 1963.
 Si diploma in Maestro d’Arte e di Arti Applicate nel 1982 e nel 1984 inizia a lavorare presso la “Galleria d’arte contemporanea Maurizio Corraini” di Mantova dove rimane fino al 2001. 
Durante il lavoro alla galleria si occupa principalmente degli allestimenti delle varie mostre e fiere, ma anche dello spazio dedicato al design che affianca la galleria. 
Collabora con il Festivalletteratura fin dalla sua nascita, iniziando con la realizzazione delle cene letterarie. Nel 2001 cura, insieme a Dora Renotti e Mimi Galassi, il libro “Il piacere di cucinare” che raccoglie 3 anni di ricette realizzate durante le cene letterarie.
 Dal 2013 cura la rubrica Piccoli Chef per la rivista di arredamento Meson’s. In questi ultimi anni ha collaborato e collabora tutt’ora con prestigiose aziende del mantovano creando diverse ricette con i loro prodotti, dedicate ai piccoli chef.   

BERTONI DARIA
Lavora in libreria a Milano dal 2009 ed è consulente per diverse case editrici. Libri, ginnastica artistica, balene, viaggi e cani sono le sue passioni, ma ciò che le sta più a cuore è promuovere la lettura per i bambini di tutte le età. Si occupa di libri di scuola, guide per insegnanti, materiale didattico, supporti per bambini con difficoltà e altro ancora. Lettrice instancabile, è sempre a caccia di novità che possano aiutarla nella sua missione: far sì che bambini, genitori e insegnanti trovino il libro che stanno cercando.

CAPOSSELA VINICIO
Cantautore, poeta, scrittore e fantasmagorico entertainer, Capossela è un artista a 360 gradi, che non considera ma, anzi, travalica le barriere esistenti tra le diverse arti. È solito far confluire nel suo percorso artistico teatro, radio, scrittura, cinema.
La sua attività concertistica, tanto in Italia quanto all’estero, è sempre più tesa alla rappresentazione dell’opera in forma di spettacolo: sembra essersi definitivamente votato a un music-hall universale, dove la canzone si fa teatro e viceversa.
Nel 2020 è l’artista che si cimenta con l’immagine dell’animale simbolo della XV edizione di SEGNI New Generations Festival, la Balena. Grande cetaceo che ricorre nella sua produzione musicale e non solo, di cui subisce il fascino e la maestosità. Una maestosità che può spaventare, ma veicola l’idea di un passaggio necessario per superare le paure soprattutto nel complesso momento post pandemico che stiamo vivendo.  
La Balena realizzata da Capossela insieme a Claudia Losi è fortemente materica, scontornata nella carta bianca e adagiata su un mare azzurro a fisarmonica. Nella pancia del “gigante gentile dei mari” Vinicio ha disegnato se stesso con un tavolo, un pianoforte e una candela: sta creando. 
L’animale simbolo di SEGNI 2020 compare anche nel titolo di famoso album di Capossela, “Marinai, profeti e balene” (2011), in bilico tra musica e letteratura, con echi dal Moby Dick di Melville, che è un immergersi e riemergere dalle profondità marine.
Con animali e simbologie ha da sempre una certa dimestichezza – da “Ballate per uomini e bestie” al “Bestiario d’amore” (2020) -  indagando le affinità con l’essere umano. 
Tedesco di nascita, irpino d'origine ed emiliano d'adozione, Capossela si presta a rappresentare la ricchezza culturale che c’è dietro ad ogni migrazione, viaggio e girovagare. 
Quella ricchezza che SEGNI invita a scoprire attraverso gli scambi e l’incontro con artisti che, ogni anno porta a Mantova da tutto il mondo, nutrendo attraverso la contaminazione di arti e i linguaggi, i suoi giovani spettatori.  
Nella sua vita e carriera, Vinicio, ha assorbito suoni e culture, inseguendo storie e personaggi di ogni epoca per coglierne l’essenza e restituirla attraverso la musica nella quale convivono e si trasfigurano languori latinoamericani e ritmi Balcanici, le polke e i rebetici, i blues aspri e le fumose atmosfere jazz, le atmosfere delle feste paesane.
www.viniciocapossela.it

CAROZZI TOMMASO
Tommaso Carozzi nasce a Villafranca di Verona nel 1977. Si diploma con lode in pittura presso l'Accademia di Belle Arti G. B. Cignaroli di Verona nel 2001 e frequenta in seguito i corsi di disegno e illustrazione dei maestri Jindra Capek e Joanna Concejo alla Scuola d’illustrazione di Sarmede. Dal 1999 collabora con produzioni europee ed americane nella realizzazione di prodotti per cinema, televisione, teatro e studi d’animazione. Tra le tante collaborazioni si ricordano quelle con registi come Pupi Avati, Marc Forster, Ricky Tognazzi, Gary WinicK e con scenografi come Marco Luppi e Stuart Wurtzel. Nel 2006 è invitato ad esporre alla X Biennale d’Architettura e nel 2011 partecipa alla 54 Biennale d’Arte di Venezia. Nel 2012 è tra gli artisti italiani che espongono alla Villa Reale di Monza per la Biennale Italia-Cina. Nel 2007 e 2013 è inserito nell'Albo Illustratori italiani. Nel 2019 esce il suo primo silent book come autore-illustratore “Il giorno delle balene”, scritto da Davide Calì, Edizioni Chocolat!Jeunesse (Francia).

CHIARELLO IPPOLITO
Artista pugliese che spazia dal teatro al cinema, alla musica. In questi campi si è cimentato principalmente come attore, ma ha praticato anche la strada della scrittura, della regia e della formazione, anche in ambito di disagio sociale.
Il suo percorso di ricerca (spettacoli, progetti, formazione) si focalizza nel recupero della relazione pubblico-artista e ha generato la modalità del Barbonaggio Teatrale, strumento di diffusione, distribuzione e promozione del teatro.
www.ippolitochiarello.it

DERUDDER JADE
Jade Derudder (1990), si è diplomata alla Tilburg Fontys Dance Academy nei Paesi Bassi. Ha completato la sua formazione con due anni di regia teatrale al RITCS di Bruxelles, un corso per insegnanti di yoga e una laurea in terapia creativa. Jade è una giovane e appassionata danzatrice/coreografa/maker /performer che ha lavorato per Kopergietery Ghent, Tanzhaus NRW Düsseldorf, HetPaleis Antwerp e Fabuleus Louvain. Ha interpretato "Ecco come fanno le cose allo zoo" di Randi Devlieghe e Cliffdancers insieme a sei coreografi internazionali. Nel 2018 ha creato il suo assolo cross-media chiamato "Panic at a lot of other places". È la cantante della rave band Daddy Issues insieme alla violinista Elisabeth Klinck. 

GARILLI ELISABETTA
Pianista e compositrice, Elisabetta Garilli nasce ad Ostiglia nel 1972. Studia pianoforte sotto la guida del Maestro Roque Zappulla e si diploma al Conservatorio N. Paganini di Genova, studia pianoforte e composizione jazz con G. Gaslini, voce e tecniche di improvvisazione strumentale e vocale con B. Stoloff e A. Bakja con la quale fonda, nel 1997, Phainomenon – Workshop on Creativity. È  stata docente all’interno degli Stages Internazionali Spazio Musica a Orvieto. Ha suonato con jazzisti internazionali quali M. Waldron, L. Agudo, F. D’Auria, e R. Sellani che ne ha presentato pubblicamente la qualità del pianismo.  Esperta di didattica musicale applicativa, da vent'anni anni dedica la propria ricerca alla valorizzazione del ruolo della musica nei processi di apprendimento. Nel 1999 ha ideato il Progetto innovativo di didattica musicale "Musica d’insieme per crescere", giunto al diciassettesimo anno di attuazione, con il quale porta l’educazione musicale nelle scuole dell’infanzia e primarie, coinvolgendo circa 10.000 alunni in Verona e Provincia. Nel 2007 e 2008 ha ideato e condotto il progetto Musica per suoni spontanei, con il sostegno del Progetto nazionale Nati per la Musica e dell’Associazione Culturale Pediatri. Dal 2011 cura per l’Orchestra di Padova e del Veneto la rassegna OPV Families & Kids coinvolgendo illustratori, attori e artisti, in affiancamento all’orchestra, in incontri specifici rivolti alle famiglie. Per Fondazione Arena di Verona, crea e sviluppa il Progetto di Educazione Musicale Opera Aperta Aida incluso nel Festival del Centenario 1913-2013 arrivato fino al quarto anno di attuazione.  Dal 2014 presso Arena Museo Opera di Palazzo Forti, coordina un progetto volto alla divulgazione della cultura lirica per bambini e ragazzi dai 4 ai 18 anni d’età e alle famiglie. Nel 2015 e 2016 cura i progetti finalizzati a muovere e sensibilizzare i bambini alla scoperta di linguaggi artistici non convenzionali per il Festival della Cultura Creativa ABI. Dal 2016, il Teatro Ristori comprende nel suo cartellone la rassegna "Ristori Educational" curata da Elisabetta Garilli in collaborazione con l’Equipe laFogliaeilVento. Conduce da anni il laboratorio sperimentale di ascolto musicale e apprendimento ritmico-corporeo Musica Indossata, cui partecipano musicisti professionisti, ballerini, attori, in percorsi di ricerca sul sentire la musica nel e con il corpo. È direttore del Disegnare Musica Ensemble e autrice di spettacoli musicali, di colonne sonore per cortometraggi. E' autrice del racconto musicato  Jaipur e la Macchina Avvisavento, illustrato da GekTessaro (Kite Edizioni, 2011),  del libro musicato Ninne Nanne nanne ni, illustrato da Bimba Landmann e Serena Abagnato (Carthusia, 2014) e del racconto musicato "Tinotino Tinotina Tinotintintin", illustrato da Emanuela Bussolati (Carthusia, 2018). Per Carthusia Edizioni cura la collana "Musica disegnata e un po’ strampalata". Nel 2013 fonda il Garilli Sound Project, insieme cameristico moderno che sviluppa progetti di sperimentazione di nuovi linguaggi musicali, si esibisce in contesti nei quali la sensibilità, l’ascolto e la relazione abbiano particolare importanza e attiva relazioni di cooperazione internazionale, in percorsi volti al riconoscimento dei Diritti Umani. Con questa ultima finalità, avvia il progetto Diritto a Rinascere che prevede la sensibilizzazione riguardo alle tematiche dell’immigrazione attraverso la suite omonima, da lei composta e interpretata insieme al Garilli Sound Project.  
www.elisabettagarilli.it

ZOIA SARA
Si diploma nel 1999 presso la Scuola di Teatro del Piccolo, dove è allieva di Giorgio Strehler,  Giulia Lazzarini e Ferruccio Soleri, tra gli altri.
Approfondisce la sua formazione lavorando con: Peter Brook, Bruce Myers, Jos Houben, Juan Carlos Corazza, Cristina Pezzoli e Carolyn Carlson.
Nel periodo della formazione partecipa a spettacoli come Elvira o la passione teatrale da Jouvet, regia di Giorgio Strehler e “Tre sorelle “ di Cechov a cura di Enrico D’amato.
Nel 2001 vince il “Premio Hystrio alla vocazione”.
Negli anni seguenti prende parte a diversi allestimenti. Tra questi, “Viaggio al termine della notte” di Céline, a cura di Salvatore Lazzaro e Susanna Beltrami, per il CRT di Milano, “Gerusalemme liberata” di Tasso, regia Tonino Conte per il Teatro della Tosse di Genova.
Dalla stagione 2002/2003 alla 2009/2010 è tra gli interpreti di “Arlecchino servitore di due padroni “di Goldoni, storica regia di Giorgio Strehler, nel ruolo di Clarice.
Nel 2010 è di nuovo al Piccolo per “Donna Rosita nubile” di Federico García Lorca, regia Lluís Pasqual. Tra le più recenti interpretazioni, “Maternity Blues” di Grazia Verasani, regia Elena Arvigo, “La torre d’avorio” di Ronald Harwood, regia Luca Zingaretti , “Angeli e Nuvole “e “Amore e Psiche”, entrambi a cura di Cristina Cazzola e Lucio Diana.
Sempre al Piccolo , “Divine parole” di Ramon Marìa del Valle-Inclàn, regia di Damiano Michieletto, “Bella e fiera” di Laura Curino, regia di Emiliano Bronzino. “L’Opera da tre soldi” di Bertold Brecht con la regia di Damiano Michieletto. Da diversi anni collabora con Segni d’infanzia per diversi progettii ed eventi.